263937b272416784ceb9a1ddb7c18fdd_mediumArriva l’estate e / la chiappa non si ribella / accudisce il vento marittimo che muove la sabbia / i lettini colorati accolgono il morbido cuscino di pelle.

35 gradi all’ombra… che si fa? Si va al mare! Ed ecco che con l’arrivo dell’estate si scoprono nuove chiappe a favore di vento. In questa poesia Diego Rosato si concentra sull’immagine delle chiappe che “tutti le osservano ammaliati”.

 

BELLE CHIAPPETTE (di Diego Rosato)

1

Lievi ondeggiano quando cammini,

Tutti le osservano ammaliati,

Estranei, amici e vicini,

E tutti ne son presto conquistati.

2

Chiunque osservi il tuo sedere

Lo giudica ottimo, senz’eguali,

Basito, si sente paralizzare

Come cervo davanti a fanali.

3

Così dico: “hai belle chiappette,

Un gran bel sedere che mi attizza,

Peccato che ti mancano le tette!”

4

Tu quindi mi guardi piena di stizza

E, prima di altre parole dette,

Mi arriva in faccia una pizza.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...