sul mestiereNinni Bruschetta è un attore televisivo (vedi serie Boris), teatrale e regista del palcoscenico. Nel saggio “Sul mestiere dell’attore” (Bompiani) l’attore è visto in diversi contesti e vuole portarci direttamente in quel sogno reale che è, soprattutto, il teatro. Eppure, la finzione non sta nascosta soltanto su un palco di legno. La stessa finzione la vediamo anche al cinema o semplicemente nelle nostre case quando tra pop-corn e lattine di Coca Cola ci adagiamo sul divano del nostro salotto per gustarci un film… e i pop-corn.

“Una volta che respiri la polvere del palcoscenico non la dimentichi più”

Eduardo De Filippo

Il teatro nasce dal bisogno dell’uomo di esprimere le sensazioni e le emozioni della vita quotidiana, ma anche per un puro favore del gioco connesso alla realtà. Tralasciando gli aspetti noiosi della storia del teatro che parte dalle antiche messe in scena greche, qui mi limito a riportare fedelmente alcune questioni già messe in luce da Bruschetta.

“Essendo il teatro una palese trasposizione (virtuale) della vita umana, ne potremmo dedurre che tutto ciò che avviene in una rappresentazione teatrale è simbolico e quindi rituale”.

Già, il rituale. Il discorso andrebbe approfondito alla base. Ma non è questo lo spazio adatto. Il teatro rappresenta da sempre il frutto consegnato dalla parola e dai sensi. E così se ne ricava il ruolo dell’attore come un essere reale il cui compito è quello di diventare un personaggio che non vive di vita propria ma abita nelle vesti dell’interprete. L’obiettivo dell’attore è quello di arrivare al pubblico, non in senso fisico ma emozionale.

“La comunicazione attraverso il teatro è certamente più ampia di quella verbale e anche molto più impegnativa. L’attore, infatti, diversamente da quanto stiamo facendo noi adesso, non deve spiegare niente, deve rappresentare. E come si può rappresentare una cosa se non facendola (quindi anche creandola); come si può rappresentare un sentimento se non provandolo?”

Il sentimento è la proiezione del nostro essere ed emozionare non è semplice se non si prova già su stessi l’emozione che si vuole trasmettere. Per questo è importante lavorare come se si è attori della vita reale. Il teatro non è altro che lo specchio della vita e quindi ciò che essa rappresenta.

“Sul mestiere dell’attore” racconta alcune fasi specifiche che ogni attore dovrebbe rendere atto prima e durante lo spettacolo, senza tralasciare l’importante ruolo mosso dal regista.

“Il regista è un interprete del testo che opera nel campo intellettuale stabilendo una mediazione tra il testo e l’attore, cosa che gli attribuisce un ruolo disciplinante nell’ambito della realizzazione dell’opera teatrale”.

Insomma, questo saggio accoglie gli squardi del mondo teatrale da diverse angolazioni e non dimentica di proporre come esempio maximum quell’opera shaskeperiana che tutti gli attori dovrebbero conoscere e che, per l’occasione, viene divisa in cinque atti.

Essere, o non essere, questa è la domanda:
se sia più nobile nella mente soffrire
i colpi di fionda e i dardi dell’oltraggiosa fortuna
o prendere le armi contro un mare di affanni
e, contrastandoli, porre loro fine. Morire, dormire…
nient’altro, e con un sonno dire che poniamo fine
al dolore del cuore e ai mille tumulti naturali
di cui è erede la carne: è una conclusione
da desiderarsi devotamente. Morire, dormire.
Dormire, forse sognare. Sì, qui è l’ostacolo,
perché in quel sonno di morte quali sogni possano venire
dopo che ci siamo cavati di dosso questo groviglio mortale
deve farci esitare. È questo lo scrupolo
che dà alla sventura una vita così lunga.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...