Casano_misteri_verita0001

* già pubblicata su aphorism.it

Angelo Cacciato scrive una verità. La verità è quella di Pierantonio Casano, ragazzino siciliano tormentato dal paranormale e medium inconsapevole dalla nascita. La storia è di quelle raccapriccianti che andrebbero lette di giorno per evitare di sbattere l’immaginazione contro una libreria mobile o una porta che si apre da sola. Pierantonio è un ragazzo apparentemente normale, proprio come tutti gli adolescenti. Va a scuola, mangia, gioca, si diverte. Dorme. Ed è proprio il sonno che, una notte, lo avvolge di un misterioso male ombrato: una strana figura dalle sembianze umane avverte il ragazzo: “Non ti darò pace, non ti darò pace!”

“Era l’anno 1988. Pierantonio frequentava la II media; durante una notte autunnale, ebbe uno strano incubo: sognò che si trovava nel soggiorno in compagnia del padre; era seduto di fronte la credenza a guardare un film in televisione, quando davanti ai suoi occhi apparve un’anziana donna vestita di nero; occhi di colore verde chiaro, sguardo agghiacciante e pietrificante.”

Il prologo sembrerebbe nato dalla penna di uno scrittore di racconti gialli. In effetti, la storia di Pierantonio non ha nulla da invidiare al colore del mistero. Appunto, “Misteri e Verità nella vita di un medium” è il titolo del libro. Cacciato entra nella vita di Pierantonio col permesso della co-autrice Maria Angela Casano, sorella dell’adolescente che aiuta lo scrittore/sociologo a risalire ai fatti della storia, e della famiglia dei due. Le pagine del dattiloscritto sono fondate secondo una direzione precisa: quella del paranormale. Lo stato inconscio di Pierantonio viene raccontato nei minimi particolari. Gli spazi, i luoghi, le figure che poggiano sulla schiena, nella cantina della finestra di fronte, assalgono il lettore attento che coadiuvato dai rumori del vuoto intorno può sistemare la pellicola della mente, avvolgerla, capovolgerla e farne il sentimento suo. Il male è l’oggetto del mistero. Il male che percorre la linea del corpo di Pierantonio, il male che è diavolo venuto sulla Terra per restarci e fare dell’uomo il suo burattino. È questo che, secondo un non studioso del genere come me, rappresenta la traduzione del fenomeno paranormale. Cacciato narra, storicizza, scrive. Credere o non credere ai fatti è la scelta che ogni essere pensante può fare, soggetto di discrezione.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...