cappLa giovane è al termine discussione della tesi. “Grazie per l’attenzione”, dice. Il presidente del Dipartimento e della Commissione, dottor Pinco Pallino, poco concentrato sulla dialettica dell’esaminata, prende il microfono e espone il pensiero ridicolo della giornata: “Sì, i contenuti espressi dalla dottoressa sono molto buoni. Ma non capisco come si possa entrare in un luogo pubblico con un cappello”. L’attenzione è rivolta a ciò che indosso sopra la testa.  Duecento persone mi guardano aspettando una battuta, l’azione cinematografica o il vociare gasmaniano dall’aldilà. Non succede niente.

Ecco, avrai notato che il problema durante la discussione di laurea è il cappello che indossavo. L’imbarazzo generato dallo spot pubblicitario indotto dal dottor Pallino è stato grande. Il problema, come detto, è il cappello. Avrei dovuto toglierlo prima di entrare nello striminzito luogo pubblico in cui si svolgeva la declamazione. Non l’ho fatto. Certo, il saggio Pallino aveva le ragioni del caso; ma il modo teatrale adottato avrebbe meritato una risposta ben più succulenta rispetto al movimeno della mano destra che svolazzava il copricapo.

Ho pensato: “Lei non sa chi sono io”. Certo, lui non sa chi sono io. Perché non aveva il diritto di esprimersi in quel modo. Avrebbe potuto mandare un subordinato a percorrere i lati della stanza e a chiedermi se, gentilmente, avessi tolto il cappello secondo le regole mai rispettate del buoncostume. Ma il dottor Pallino pensava di parlare a uno studentello di vent’anni, ragion per cui avrebbe il diritto di esporsi in quella maniera meschina. Male, dottor Pallino. Male. Io non sono uno studentello di vent’anni. Io sono un essere umano pensante, discretamente intelligente e vivente sulla Terra con cognizione per la causa. Male, dottor Pallino. Male. Lei non sa chi sono io.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...